Just another WordPress.com site

σиє мσяє тιмє

 

Che ci faccio qui questa sera?

Questa notte doveva essere diversa.

Quanto impegno per realizzare un sogno, un sogno non solo mio.

 

“ Mi piacerebbe tanto…”  “…anche a me”.

 

Allora  perché non provarci?

Quale migliore occasione di un compleanno per fare una sorpresa?

E sarebbe accaduto. Quanto cercare, girare, guardare, contattare…

fino a ricevere la risposta che tanto aspettavo.

Ci stavo riuscendo, si…il nostro sogno sarebbe stato il mio regalo…

per domani, ma anche per ieri.

Volevo fosse perfetto…

Ma i sogni a volte non si realizzano…nemmeno quando si hanno in due(???) 

 

Ca**o  ma oggi non è il 25!!!

 

…non lo era nemmeno ieri, ne l’altro ieri, ne quello prima ancora!!!!

 

Perché sono qui stasera?

Perché?

Perché?

E’un incubo?

 

Maledetto timer…scorre sempre più veloce…

 

Nothing I must do
Nowhere I should be
No one in my life
To answer to but me
No more candlelight
No more purple skies
No one to be near
As my heart slowly dies
If I could hold you one more time
like in the days when you where mine
I’d look at you ‘till I was blind
So you would stay
I’d say a prayer each time you’d smile
Cradle the moments like a child
I’d stop the world if only I
Could hold you one more time

I’ve memorized your face
I know your touch by heart
Still lost in your embrace
I’d dream of where you are

If I could hold you one more time
Like in the days when you were mine

I’d look at you ‘till I was blind
So you would stay
I’d say a prayer each time you’d smile
Cradle the moments like a child
I’d stop the world if only I
Could hold you one more time
One more time
 
 
 
 

Once again it is only remained a dream.
 
Hariel
 

Annunci

12 Risposte

  1. Deborah

    Cara amica dolcissima amica
    sono qui solo x salutarti, non voglio dusturbare piu\’ di tanto…
    un bacio con affetto
     DEBY

    17 maggio 2008 alle 21:41

  2. Emanuela

    …….Un abbraccio……

    17 maggio 2008 alle 22:49

  3. ∂єνιѕ

    Comprendo… E in punta di piedi ti dico che ci sono…
    Un bacio…
    ∂єνιѕ

    18 maggio 2008 alle 00:47

  4. **EmOZiONi SeNzA VoLto**

    non so cosa dirti.grazie per esser passata di me.  Tesoro non esistono parole d conforto perchè noi non abbiamo bisogno di parole… bensì d colmare il vuoto ke  abbiamo dentro.
    con affetto.*EmozioniSenzaVolto*

    18 maggio 2008 alle 02:15

  5. Angelo

    Una volta qualcuno ha detto "perchè affannarsi per plasmare il proprio domani, quando tempo di abozzare qualcosa è già divenuto ieri?" Qualcun altro gli ha risposto "un domani non è fatto solo di costruzioni di cui essere gelosi ma anche di fallimenti di cui esser fieri, un domani potremo dire tante cose oltre ad affannarci soltanto per realizzarlo prima che il tempo finisca…".
    Ok non è vero me la sono appena inventata ^^ ma spero funzi lo stesso 😉
    Sbaciuzz Giusy 🙂

    19 maggio 2008 alle 00:28

  6. Gianmarco

    Ciao Tesò…
    Mi dispiace leggerti così tristemente incazzata
    Volevo solo dirti che il sogno è una cosa troppo personale e intima
    Se poi si è in due, non si può essere certi che il sogno sia identico
     
    TVB
    ∂σииιє ∂αякσ
     

    19 maggio 2008 alle 10:09

  7. Alfio

    un abbraccio….

    19 maggio 2008 alle 11:24

  8. Deborah

    Questa piccola stella mandala a chi ti ha fatto piacere conoscere nella vita… Io la mando a te con tutto il mio cuore. Rimandala anche a me se ti ha fatto piacere conoscermi… Se te ne tornano almeno 4 domani, avrai una sorpresa ke aspetti da tanto tempo
    un bacione e una buona giornata

    DEBY

    19 maggio 2008 alle 11:54

  9. Zen

    tesoro mio,guarda prima di scrivere il post ci ho pensato e ripensato perchè so che sono parole forti…nn è un\’accusa ovviamente a tutta l città, ma io ho amici giornalisti che si sono trovati ieri lì e mi hanno raccontato di una città in stato di assedio,e nn parlo dello stadio…è stata una cosa vergognosa che mi ha fatto venire i brividi perchè ci deve sempre scappare il morto,come con raciti,per far parlare di queste cose! la mia rabbia nn è calcistica ma bensì di uno stato di cose che nn soporto più e nn mi va più di stare zitto nascondendomi dietro al fatto "vabbè nn sono tutti così"…quando è successo il panico a roma, io mi sono preso le accuse di inciviltà alla mia città e alla mia gente pur nn essendo io o i miei amici responsabili di quello che era successo dopo sandri…mi dispiace di parlare così della tua città ma nn per catania, ma per te…capisci che il mio nn è un attacco a te e ai tuoi amici, ma al resto di catania si però…ti mando un grandissimo bacio e un enorme sorriso…

    19 maggio 2008 alle 13:48

  10. Λle Bσsk

    Criptica Hariel,

    tranciarsi via una mano x capire quello che prova uno a cui è stata amputata è senz\’altro una cosa cretina
    MA provare a non usare una mano un giorno x rendersi conto davvero cosa significhi poter disporre di 2
    come (quasi) tutti facciamo (quasi) sempre, non è una stron*ata galattica:
    SE
    una cosa impopolare, apparentemente assurda (e autolesionista se portata avanti troppo a lungo)
    può aiutare a percepire, vedere meglio, provare, sentire, capire e apprezzare meglio
    le cose di cui disponiamo costantemente e che finiamo x dare x scontate
    io credo che serva,
    se fossimo già consapevoli, grati e riconoscenti senza passare attraverso le cose, senza provarle in 1^ persona,
    se imparassimo dall\’esperienza fatta da altri,
    se sapessimo far tesoro di quello che si può trarre dai libri, film, dai blog (!),
    se ci rendessimo conto davvero delle parole, da fuori, dall\’esterno..
    come poi del resto siamo bravi a compatire le disgrazie altrui
    (così come sappiamo sempre la cosa giusta.. ecc ecc ecc)
     
    ALLORA
    non avrebbe avuto nemmeno senso pensare quello che mi era passato x la mente..
     
    Il mio scopo era solo comprendere il senso della cosa,
    trarne qualcosa di effettivo da imparare, rendermi conto meglio, x il presente, x il futuro,
    x godere di più delle cose "normali" che ho e ritengo scontate,
    xché le han "tutti" o xché le ho "sempre" avute..
     
    Comunque voi ci avete "guadagnato" tutti, non vale, non dovrei stare ad ascoltarvi,
    non parlate disinteressatamente come chi non ne avrebbe nulla da rimetterci.. ahahahha
    prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr
                                                                                                                                                                              😛

    19 maggio 2008 alle 19:34

  11. teresa

     la
    tua immagine e  davvero troppo bella
    come ho
    scritto nel mio post
    mi fa venire i brividi
    e mi fa ripensare a tutte
    le cose belle della mia vita
    grazie mille ……

    20 maggio 2008 alle 09:52

  12. POISON

    Non necessariamente ogni cosa ha bisogno di un  suo perchè.
    I sogni sono riflessi del ns inconscio che spesso divengono realtà.
    Il tuo \’incubo\’? No, ma dai sn istanti…che passano.
    Laciateli alle spalle e guarda oltre.
    Un bacione Giusy.
    E….mille sorrisi tutti x te^_*
     

    20 maggio 2008 alle 13:01

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...