Just another WordPress.com site

11 мαggισ

 

MAMMA…

come una farfalla che giunge ad un fiore,

tu mamma sei nido d’amore:

graziosa, leggera, nascondi i tuoi sentimenti

anche quando qualche volta una lacrima riga il tuo viso.

Ma è un attimo : consolata sei dall’affetto per i tuoi figli.

Come il sole dopo la pioggia,

come una gemma radiosa richiusa nello scrigno per la tua importanza,

sei per noi calore inestinguibile,

grande forza attorno alla quale noi troviamo sostegno.

Una rosa dal profumo intenso e profondo che mi cattura,

mamma,non indugiare…

nel mio cammino sola non mi lasciare.

 

(Poesia di G.Fumagalli,alunna di 2a)

 

AUGURI MAMMA…


 

"La farfalla non conta gli anni ma gli istanti:

per questo il suo breve tempo le basta"

(Tagore)

  

Ma è così anche per gli uomini?

Siamo capaci di vedere la felicità nelle piccole cose?

Forse qualcuno ci riesce…qualcun’altro ci prova, ma molti di noi

associano alla parola felicità un tempo lungo e pieno di eventi "felici".

Non so dove sta la verità…ma forse vivere da farlalla ci fa sentire più

leggeri…senza portare dietro il peso di un "pensare ad essere felici"

godendo di piccoli ma intensi voli.

 

E voi …siete farfalle?

Io ci sto provando…

Hariel

 

Annunci

10 Risposte

  1. POISON

    …E con il tempo ho imparato  a gioire anche delle piccole cose.
    Bacio Hariel..molto bello il tuo pensiero.

    11 maggio 2008 alle 21:30

  2. Gianpa

    Noi siamo anche l\’esperienza che ci ha vissuti durante il nostro cammino. Ciò che saremo, dipende da come la vorremo tramandare, e ciò che siamo stati è solo per merito di essa.
    Mamma grazie di tutto ciò che hai fatto…stai facendo..e farai per me.
     
    Un saluto. ciaa

    12 maggio 2008 alle 00:43

  3. Gianmarco

    Mi viene meglio essere avvoltoio…
    Volo libero ma porto solo tristezza
    Il mio cielo non è mai azzurro come vorrei
    Però… diventare farfalla è interessante. Perché no?
     
    ∂σииιє ∂αякσ

    12 maggio 2008 alle 09:59

  4. Massimo

    A però che bella poesia mi fa venir quasi malinconia.Cmq hariel quando posso avere l\’ono di fare una bella chiacchierata con te?? dai fammi sapere se ti avanza una polvere ti tempo anche per me ciao smack.

    12 maggio 2008 alle 11:07

  5. Lo_PsIcAnAlIsTa_PsIcOpAtIcO

    Sono capitato qui per caso,ma il tuo intervento mi ha colpito davvero tanto…
    Blog bellissimo…
    Ciao!
    Daniele

    12 maggio 2008 alle 11:07

  6. LadyB

     
    Farfalla.. tutta la vita :))
     
    [è sempre bellissimo entrare qui..]
     
    un tenero abbraccio..
    e un sorriso…
    LadyB

    12 maggio 2008 alle 11:20

  7. zibмιѕiα

    Per me "felicità" è uno stato mentale che purtroppo non ho ancora raggiunto.
    Saggia la farfalla che si gusta i piccoli attimi, infondo credo sia il modo migliore per stare bene.
    Io invece faccio "troppo casino" per gustarmi i piccoli momenti, spesso rovino quei famosi attimi di felicità che la vita ci regala.
    Forse perchè aspiro a qualcosa di più grande e soprattutto di più duraturo.
    Un bacio.

    12 maggio 2008 alle 12:14

  8. Angelo

    L\’istante, è attimo che contiene tutto e nulla; non dipende dalla sua dimensione in relazione a noi, solo dalla magnitudo del\’essenza stessa che contiene. Quando finisce sembra durato pokino ma nel mentre, a volte, sembra contenere tutto il tempo e l\’energia che possediamo 🙂
    Ribaciuzz ragazzuoma 😉

    12 maggio 2008 alle 20:00

  9. Λle Bσsk

                                                                                                                             Mi prendo l\’abbraccio.. e scappo via,
                                                                                                                           ma avevo voglia proprio di riceverlo!!

    13 maggio 2008 alle 02:57

  10. rossella

    ciascuno di noi, se lo vuole, può essere ciò che desidera. posso essere vento, pioggia, farfalla o fuoco, ma non per questo credo di poter essere migliore cambiando sembianze… ognuno è ciò che è, e va apprezzato per quello che è, riguardo le leggende popolari delle enormi differenze sentimentali tra uomo e donna, credo sia tempo sprecato cercare di trovarvi una soluzione 🙂
    io credo piuttosto che il danno peggiore dell\’essere umano sia proprio la ricerca della felicità, quei momenti di scoramento tesi all\’infinito in cui si desidera ardentemente correre attraverso il tunnel, più veloce possibile, con tutto il fiato che si ha in corpo, per raggiungere quella luce alla fine di esso.
    la cosa che mi rattrista è vedere come molte persone cerchino di dilatare questi attimi di felicità, per carità, è legittimo, ma è anche la causa della loro fine, nonchè del loro successivo ribaltamento. la verità è che la felicità, secondo almeno il suo significato universale, non è altro che una goccia di luce che cade dagli occhi, ed è veramente difficile cercare di riafferrarla mentre va giù in picchiata. e lì ti rendi conto che l\’hai avuta, l\’hai tenuta tra le mani, e te la sei giocata così stupidamente da dirti alla fine che forse manco la meritavi. bisogna attraversare molti mondi prima di questo, superare molti ostacoli, e sbattere la faccia ripetutamente prima di farti le ossa in questo senso. ma se alla fine di tutto crederai di aver dato il meglio di te, di aver cercato di ottenere i tuoi scopi senza risparmiarti mai, di non essere mai stata avara di te stessa, bè.. quello è già un aver fatto i conti con tutto, con te stessa, con la vita, con la morte, e con la felicità…

    14 maggio 2008 alle 14:48

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...